.::Articolo della Rubrica Memorie dei Confratelli::.
PAOLO VANNI

Carissima Maria Rita Carissimi Duccio e Simone e familiari tutti Carissimi Consorelle e Confratelli M.Rev. Don Paolo Cioni Correttore Dopo i Confratelli di Venerabile Memoria Romano, Nello, Gino, Bruno e Giuseppina piangiamo ora Paolo. E’ particolarmente difficile per me che sono, oltre che Governatore, cognato ricordare Paolo . Paolo è stato tra i Confratelli rifondatori della rinata Confraternita e nonostante i numerosi impegni scientifici e di ricerca è stato sempre attento alle nostre iniziative, e ne è stato protagonista. Ha partecipato con noi e con Maria Rita ai Pellegrinaggi, alle Processioni, ai Ritiri ed alle esequie dei Confratelli defunti. Con grande fede ha accettato con sopportazione la difficilissima prova e ha chiesto le nostre preghiere quale viatico per raggiungere il Padre. Conosco Paolo sin dalla mia infanzia allorchè nella gioventù francescana recitando al teatro di Montughi interpretava il ruolo di San Francesco. Lì ha conosciuto mia sorella Maria Rita e lì è nato l’amore che ha portato al matrimonio ed alla formazione della bella famiglia coronata da due figli e da quattro nipoti. Una famiglia cristiana! Ricordo che nostro padre chiese a Paolo, per metterlo alla prova ed essendo un po’ grassoccio, di tornare a chiedere di Maria Rita dopo essere dimagrito di 10 kg e così fece! Paolo poi intraprese la carriera universitaria che lo ha portato alla Cattedra di Chimica Medica nella Facoltà di Medicina, amatissimo dagli studenti, alcuni dei quali ha poi incontrato come medici nella sua malattia e che hanno sempre dimostrato grande rispetto e riconoscenza. Una volta andato in pensione l’ Università gli ha conferito il titolo di Professore Emerito. E’ stato poi un appassionato storico in particolare studioso della Storia della Croce Rossa, animatore di partecipatissimi convegni e redattore di volumi specializzati. Per la sua attività in questo settore ha ricevuto importanti riconoscimenti in Italia ed all’ estero, l’ ultimo dei quali avuto proprio mentre era degente in fase avanzata della malattia. Ma per tanti ragazzi ora adulti Paolo è stato “il Capo” per la passione con la quale a Colonnata, a Sesto ed a Sommaia ha guidato gruppi giovanili delle Parrocchie e dell’ Università, sia nel Teatro del quale è stato splendido Regista, sia nelle escursioni in montagna nell’ amatissimo Abetone e nelle settimane bianche, ultima delle quali proprio quest’ anno. Ma è stato soprattutto un uomo di Scienza e di Fede e, contrariamente a chi sostiene l’ esistenza di un conflitto, è stato un forte testimone della compenetrazione tra Fede e Scienza illuminando la Fede la ricerca scientifica. Il SS Sacramento Lume degli Studiosi! Proprio ad un grande Santo e Ricercatore e Patrono degli Uomini di Scienza quale Sant’ Alberto Magno si adatta pienamente a Paolo la preghiera che San Giovanni Paolo II il Grande dedicò a Sant’ Alberto: Donaci l'ampiezza della sua mente, affinché anche il progresso delle scienze ci aiuti a conoscerti più profondamente e a giungere più vicini a te. Fa' che possiamo crescere nella conoscenza della Verità, che tu stesso sei, affinché un giorno possiamo contemplarti faccia a faccia insieme con tutti gli angeli. Ti preghiamo per Cristo nostro Signore. Amen Carissimi Consorelle e Confratelli Preghiamo Requiem Aeternam Dona Ei Domine et Lux Perpetua Luceat Ei Reqiuescat in pacem Amen Data: 31/10/2018

Data: 04/11/2018
Fonte: sommaia
Copyright 2019 © Confraternita del SS. Sacramento e della Immacolata Concezione di M.V.   |   L.n.W. CathoWeb
Indirizzo IP: 3.233.224.8Tempo di elaborazione della pagina: 0,0156 secondi