.::San Rufiniano::.

Il nome deriva dal latino Rufinianus e significa «che è della famiglia di Rufo. La attribuzione del titolo è controversa. Secondo Il Brocchi nel 1765, dopo una lettera documentaria inviatagli nel 1750 dal Rettore Masini, questi propende a ritenere corretta la attribuzione a San Rufiniano vescovo africano, coevo di S. Fulgenzio di Ruspe. La Festa si celebra il 9 settembre il giorno in cui San Rufiniano, Vescovo tunisino di Bizacena, perseguitato dai Vandali, venne martirizzato con suo fratello Rufino (dall'aggettivo rufus che significa "rosso chiaro di capelli"). Il martirio avvenne in Civitavecchia, testimoniando la sua fede nicena sotto l' imperatore Costanzo. San Rufiniano viene segnalato quale eremita contemplativo a Lipari. Qui venne visitato tra il 499 ed il 500 dal chierico monaco africano Fulgenzio, futuro Vescovo di Rusoe vicino a Cartagine, anch' egli fatto espellere dall' ariano Unnerico.

A sostegno di questa attribuzione si può pensare alla persecuzione ariana molto attiva nella zona come dimostra l’epitaffio del martire Raimberto, conservato presso la non lontana pieve bizantina di San Severo a Legri e databile forse al VI o al VII secolo. Va anche segnalato che nello strato più antico dell' affresco di San Rufiniano della volta della chiesa ed oggi ricoperto da uno strato più recente e quindi non visibile il Santo indossa un piviale di colore rosso possibile simbolo del martirio. Altra attribuzione è quella che, considerando che la chiesa, suffraganea della pieve di S. Donato a Calenzano, è connessa al tracciato dell'antica Cassia Vetus e ai percorsi dei pellegrini provenienti dalla Francia del Nord e diretti a Roma, questo spiegherebbe la dedica ad uno dei primi vescovi del Nord della Francia ( Saint Rufinien vescovo di Bayeux). Anticamente però non esisteva alcun culto per San Rufiniano. Il suo corpo è stato sepolto ed è conservato nella chiesa di Sant’Essupero di Bayeux e il culto per questo santo iniziò a fiorire intorno al Seicento. In una delle volte della Cattedrale di Bayeux esiste una pittura con l’immagine del suo volto. Anche se alcuni onorano la sua memoria il 5 settembre, la sua festa è stata fissata il 25 ottobre. Nel 1664 sono trafugate le reliquie di S. Rufiniano.

Pagina creata il 30/07/2009

Copyright 2024 © Confraternita del SS. Sacramento e della Immacolata Concezione di M.V.   |   L.n.W. CathoWeb
Indirizzo IP: 44.221.66.130Tempo di elaborazione della pagina: 0,0938 secondi